differenza tra guardare e vedere
Scienza

Qual è la differenza tra guardare e vedere

Due verbi apparentemente uguali, ma che indicano due attività diverse. Vediamo insieme qual è la differenza tra guardare e vedere.

“Guarda, erano proprio sotto il tuo naso e non le hai viste!”. Quante volte ti è capitato di cercare qualcosa invano e appena tua mamma è arrivata, beffandoti?

Eppure avevi guardato sulla scrivania, ma non avevi visto le chiavi che temevi di aver perso.

Così, dopo le classiche: “Sei il solito distratto” e “Senza di me, sareste tutti persi in questa casa”, ti sei beccato anche un buffetto dietro la testa.

Ma perché non avevi trovato le chiavi?

Come avrai intuito, tu e tua mamma avete compiuto due azioni diverse: tu hai semplicemente guardato, lei è andata più a fondo e ha visto.

Se ti stai chiedendo qual è la differenza tra guardare e vedere, troverai la risposta continuando a leggere questo articolo.

Cosa significa guardare?

Guardare significa volgere lo sguardo verso qualcosa ma, di per sé, non è un’azione risolutiva. Potresti guardare per ore qualcosa, come ti è capitato mentre cercavi le chiavi, senza giungere ad una conclusione.

Leggi anche:  Qual è la differenza tra pollo e gallo

Questo non vuol dire che guardare non è altro che un’azione superficiale, richiede comunque uno sforzo, ma non permette sempre al soggetto di prendere atto di ciò che si trova di fronte ai suoi occhi.

Stavi guardando sulla scrivania e le chiavi erano di fronte ai tuoi occhi ma, non avendo coscienza dell’azione che stavi compiendo, non hai realizzato di aver trovato l’oggetto che stavi disperatamente cercando.

Cosa significa vedere?

Questo verbo deriva dal latino videre e, letteralmente, significa percepire la realtà attraverso l’uso della vista.

Vedere ti permette di prendere coscienza di ciò che stai guardando e, in questo modo, di superare la semplice osservazione e comprendere l’oggetto che si trova di fronte a te.

Per questo motivo, vedere ha più modalità d’uso rispetto al verbo guardare.

Vediamo quali sono:

  • senso figurato come sinonimo di comprendere: “Non vedo la ragione per cui dovrei aiutarti”;
  • prendere in esame qualcosa: “Vediamo se possiamo chiudere la trattativa”;
  • incontrare qualcuno: “Mi vedo con Federica a pranzo”;
  • visitare un luogo: “Tra le città che ho visto, preferisco Parigi”;
  • cercare di fare qualcosa: “Vedo di fare il possibile”;
  • immaginare: “Non mi ci vedo a fare l’impiegato”.

Quindi, qual è la differenza tra guardare e vedere?

Ora che hai letto qual è la differenza tra guardare e vedere, sai il motivo per cui tante volte non hai visto quello che stavi cercando nonostante abbia guardato nella giusta direzione.

Leggi anche:  Qual è la differenza tra fulmine e lampo

Ricorda, la sostanziale differenza tra guardare e vedere sta nella presa di coscienza.

Se ti limiti a volgere lo sguardo verso qualcosa, non necessariamente ne prenderai atto. Se, invece, entrerà in gioco la tua coscienza, potrai andare più a fondo e vedere quello che si trova di fronte a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *