qual è la differenza tra decreto legge e decreto legislativo
Diritto

Qual è la differenza tra decreto legge e decreto legislativo

Qual è la differenza tra decreto legge e decreto legislativo? Se ad un esame di giurisprudenza non sapessi rispondere a questa domanda, con ogni probabilità il professore ti inviterebbe a studiare meglio il libro di diritto pubblico e presentarti all’appello successivo.

Se, invece, non sei amante della materia, il burocratese ti sembra una lingua incomprensibile e sei soltanto curioso di conoscere il significato di questi termini che spesso senti al telegiornale, sei nel posto giusto.

La prima cosa da sapere è che sia il decreto legge che il decreto legislativo sono emanati dal Governo, a differenza dei disegni di legge che rientrano tra le competenze del Parlamento.

A differenziarli, dunque, è l’iter burocratico che seguono.

Approfondiamo insieme.

Cos’è il decreto legge?

Il decreto legge (D.L.) è disciplinato dall’art. 77 della Costituzione in cui è specificato che, in caso di urgenza o necessità, il Governo ha il potere di emanare una legge.

Come anticipato, si tratta di un caso eccezionale, visto che, di norma, è un compito che spetta al Parlamento.

Quest’ultimo, comunque, ha un ruolo determinante perché deve convertire il decreto in legge entro 60 giorni; se ciò non accade, perde di efficacia, anche retroattiva.

L’art. 77 della Costituzione, infatti, dispone che:

“Il Governo non può, senza delegazione delle Camere, emanare decreti che abbiano valore di legge ordinaria.
Quando, in casi straordinari di necessità e di urgenza, il Governo adotta, sotto la sua responsabilità, provvedimenti provvisori con forza di legge, deve il giorno stesso presentarli per la conversione alle Camere che, anche se sciolte, sono appositamente convocate e si riuniscono entro cinque giorni.
I decreti perdono efficacia sin dall’inizio, se non sono convertiti in legge entro sessanta giorni dalla loro pubblicazione. Le Camere possono tuttavia regolare con legge i rapporti giuridici sorti sulla base dei decreti non convertiti.”

Che cos’è il decreto legislativo?

Il decreto legislativo (D.Lgs.) può essere emanato dal Governo soltanto se demandato, attraverso la legge delega, dal Parlamento.

Questo avviene su materie complesse e specifiche, come i Codici e i Testi Unici, per evitare il protrarsi eccessivo dei tempi che causerebbe l’iter ordinario.

Il decreto legislativo è regolamentato dall’art. 76 della Costituzione che asserisce:

“L’esercizio della funzione legislativa non può essere delegato [cfr. art. 72 c. 4] al Governo se non con determinazione di principi e criteri direttivi e soltanto per tempo limitato e per oggetti definiti”

Quindi, qual è la differenza tra decreto legge e decreto legislativo?

Come hai potuto capire, la differenza tra decreto legge e decreto legislativo sta nell’iter burocratico che seguono:

  • nel primo caso, l’intervento del Parlamento è a posteriori con la conversione in legge;
  • nel secondo caso, l’intervento del Parlamento è a priori con la legittimazione attraverso la legge di delega.

Le casistiche sono l’altra discriminante:

  • per urgenza o necessità, ad esempio un terremoto, il Governo può emanare un decreto legge;
  • per velocizzare i tempi in materia di Codici e Testi Unici, dietro una legge delega, viene emanato un decreto legislativo.

Ora che conosci qual è la differenza tra decreto legge e decreto legislativo, la prossima volta che ne sentirai parlare, non andrai più in confusione.

Qual è la differenza è un progetto editoriale, mosso da un unico obiettivo: rispondere alle domande che gli utenti si pongono più spesso sui motori di ricerca e nella vita reale. Contenuti utili, semplici, al cui interno cerchiamo di fugare i tuoi dubbi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *