Differenza tra pancetta e bacon
Alimentazione

Qual è la differenza tra pancetta e bacon

Sostituire il guanciale con pancetta e bacon nella carbonara non è l’unico errore che tutti abbiamo commesso almeno una volta nella vita.

Meno grave, in merito, è che utilizziamo spesso i termini pancetta e bacon come sinonimi, ignorando il più delle volte che ci si riferisce a prodotti differenti.

Tratteniamo l’acquolina in bocca e vediamo insieme qual è la differenza tra pancetta e bacon.

Cosa è la pancetta

La pancetta è un salume di suino ricavato dalla rifilatura della pancia dell’animale (ovvero l’asportazione di porzioni di grasso e della cotenna, in caso in cui la ricetta non la preveda).

La carne così lavorata, i cui scarti sono utilizzati per la preparazione dei prestigiosi ciccioli, viene successivamente salata, eventualmente speziata, e infine lasciata a riposo dai 50 ai 120 giorni, in relazione alla grandezza del pezzo.

In caso di prodotti semilavorati, come la pancetta affumicata o quella cubettata, non è necessaria, e spesso evitata, la fase di stagionatura.

Dal nostro salumiere di fiducia potremo dunque trovarla:

  • Arrotolata: con o senza cotenna. Si ha la pancetta coppata quando la carne, privata della cotenna, viene arrotolata attorno a un blocco di coppa (un altro famoso tipo di salume ricavato dal collo del suino)
  • Steccata: piegata in due e tenuta pressata, con cotenna.
  • Stesa, con l’immancabile cotenna.
Leggi anche:  Qual è la differenza tra frumento e grano

Caratteristica della cultura italiana, ogni regione ha la sua preferenza nella preparazione della stessa, nonché spesso le proprie ricette con questo salume molto saporito.

Cosa è il bacon

Ben diverso è invece il bacon. Il salume di suino di provenienza anglosassone vede innanzitutto una scelta di carne più diversificata.

Oltre alla pancia, sono prediletti principalmente la schiena e i lombi, ma anche fianchi e gola.

Dopo la rifilatura della carne scelta, il prodotto viene speziato e comunemente lasciato qualche giorno in salamoia, ma non manca anche la versione dry, cioè con il bacon lasciato a secco.

A questo punto il bacon ha due destini:

  • Può essere ulteriormente stagionato, e il prodotto finale di solito viene cotto prima del consumo
  • Può essere affumicato, e il prodotto finale non richiede necessariamente la cottura.

Alimento base della full breakfast dei paesi di derivazione anglosassone, servita con la famose scrambled eggs, è comunemente apprezzata anche nei paesi asiatici, primi tra tutti Giappone, Cina e Corea del Sud.

Leggi anche:  Qual è la differenza tra confettura e marmellata

Quindi, qual’è la differenza tra pancetta e bacon?

Scelta della carne e metodo di preparazione sono i due aspetti che differenziano la pancetta dal bacon.

La prima sceglie tassativamente la carne della pancia, il secondo accosta a questa scelta altri tagli tra cui schiena e lombi in primis.

La preparazione del bacon, a differenza della pancetta, passa comunemente per l’utilizzo della salamoia e non viene lasciata molto meno a riposo.

Bene, ora abbiamo capito qual’è la differenza tra pancetta e bacon. Però, mi raccomando, né l’una né l’altro vanno nella carbonara!

Qual è la differenza è un progetto editoriale, mosso da un unico obiettivo: rispondere alle domande che gli utenti si pongono più spesso sui motori di ricerca e nella vita reale. Contenuti utili, semplici, al cui interno cerchiamo di fugare i tuoi dubbi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *